Teatro Ragazzi – Palau 2015-2016

Cine Teatro Montiggia

29 gennaio 2016 -ore 11.00
Destinatario sconosciuto

La tragedia della Shoah raccontata attraverso le lettere di due soci in affari tra l’America e la Germania: la follia nazista s’insinua come un veleno fino a spezzare il tenue filo di un’amicizia, lasciando il posto al tradimento e alla paura, finché una sottile vendetta punisce il peccato più grave – l’indifferenza.

12 febbraio 2016 - ore 11.00
Bachisio Spanu

La Grande Guerra descritta con le parole semplici di un soldato, testimone di inutili massacri trasformati in eroici sacrifici, tra la durezza della vita in trincea, il coraggio e il carisma di alcuni ufficiali e la stoltezza dei comandi in un’epopea sanguinosa che mette a nudo tutta l’insensatezza di quell’interminabile combattere e morire.

18 febbraio 2016 - ore 11.00
Storia della Sardegna dei Sardi

L’Isola al centro del Mediterraneo diventa protagonista di un racconto fatto di parole, suoni e immagini, in una prospettiva capovolta che restituisce agli abitanti il ruolo centrale nell’avvicendarsi di popoli e dominazioni straniere, alla ricerca tra segni e sogni, storia e leggende, del senso forte di un’identità.

8 marzo 2016 ore 11.00
Giardinetti

Un mondo incantato – nato dalla fantasia di una bambina troppo sola – si materializza sulla scena, tra strane creature e incontri (im)possibili: la piccola protagonista imparerà a vincere le sue paure trovando in sé stessa il coraggio e la determinazione indispensabili per crescere – in una favola a misura di grandi e piccini.

17 marzo 2016 - ore 11.00
Sei quello che mangi

Un gioco dell’oca che diventa una sfida tra studenti sui temi dell’alimentazione consapevole: tra pubblicità ingannevoli e ingredienti “misteriosi” ma anche “insane” abitudini il cibo può trasformarsi in nemico, ma una più spiccata coscienza ambientale e la conoscenza dei rischi possono modificare l’approccio e salvaguardare stomaco e ambiente.

12 aprile 2016 - ore 11.00
Com’è nato il Giullare?

S’ispira alle antiche “giullarate” medioevali e al “Mistero Buffo” di Dario Fo, per un divertente e coinvolgente viaggio alla (ri)scoperta di quegli straordinari artisti che intrattenevano la gente dei mercati e gli aristocratici delle corti, e giravano di città in città, portando con sé notizie e tanta allegria…