Notte Bianca al Museo Archeologico di Cagliari: giovedì 30 luglio h 21.45 Silvia Piras in “Lua Branca”

Il fascino della musica popolare brasiliana in “Lua Branca” - il concerto della cantante Silvia Piras, protagonista giovedì 30 luglio alle 21.45 al Museo Archeologico di Cagliari sulle note della chitarra di Giuseppe Baldino, per una “Notte Bianca” nel segno delle emozioni e nella poesia, con il secondo appuntamento con le “Notti Colorate” a cura del CeDAC in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia della Sardegna. Viaggio sul filo delle note – dagli anni Trenta fino ad oggi: dalla celeberrima “Lua branca” di Chiquinha Gonzaga – che dà il titolo al recital - a “Dama do cabarè” di Noel Rosa, da “Trem das onze” di Adoriran Barbosa a “Aguas de março” di Tom Jobim. Il bianco è la somma di tutti i colori, la sintesi dell'intero spettro della luce, ma anche un simbolo di spiritualità che evoca l'idea della pace e della purezza, perfino della felicità; e nella cultura brasiliana il bianco è il colore di Oxalà, divinità del Candomblè. Silvia Piras, cantante cagliaritana, formatasi con Marcella Macis e perfezionatasi nei seminari di Nuoro Jazz sotto la guida di Maria Pia De Vito, si è innamorata della bossa nova e dell’universo sonoro afro-brasiliano; tra i suoi maestri la cantante brasiliana Themis Rocha, e poi Barbara Casini e i chitarristi Toninho Horta e Guinga. In Sudamerica – nella capitale Rio de Janeiro, ha approfondito lo studio del canto popolare brasiliano con Carol Saboya, presso il Centro Musical Antonio Adolfo. Inseguendo la sua passione e l'interesse per la cultura brasiliana l'artista ha dato vita a diversi ensembles e progetti, tra cui il nuovissimo “Lua Branca” in cui dividerà il palco con Giuseppe Baldino - filosofo pedagogo e musicista – già consulente musicale presso la sede RAI di Cagliari, studioso del repertorio folclorico strumentale italiano – che ha studiato le peculiarità della chitarra brasiliana. Suggellerà il trittico delle “Notti Colorate” firmate CeDAC al Museo Archeologico di Cagliari - giovedì 6 agosto alle 21.45 la speciale “Notte Arancione” affidata al Teatro dallarmadio per uno “S/concerto di Mezza Estate”/ A tinte Arancioni: sotto i riflettori gli estrosi Fabio Marceddu e Antonello Murgia alle prese con una miscellanea di testi e canzoni, in cui le parole di Milena Agus, Giorgio Todde, Raymond Queneau e altri autori contemporanei s'intrecciano alle melodie originali scritte e interpretate da Antonello Murgia. Un divertissement teatral musicale per chiudere in bellezza – e con la leggerezza e l'ironia, e una freschezza che ben si addice a temperare gli ardori della stagione più calda, con qualche canzone “da ombrellone” - per giocare con tutte le sfumature dell'arancione. Biglietto unico: 2,50 euro