Amore e carne

di e con Pippo Delbono e

Alexander Balanescu

compagnia Pippo Delbono

Emilia Romagna Teatro Fondazione

 

 

 

PRIMA REGIONALE

Dall’incontro tra il poeta della scena Pippo Delbono e il violinista virtuoso Alexander Balanescu scaturisce un concerto fatto di “Amore e Carne”, con i versi visionari di Pasolini ed Eliot, Whitman e Rimbaud e note come “urli dell’anima”. La voce umana incanta e ferisce, si misura con la crudeltà della bellezza dipanando i fili segreti di molte vite e si mescola all’arcano fluire di una melodia tesa sulle corde dal più acuto degli archi, con il suo “diabolico” potere di seduzione. E’ un dialogo e un dilemma in cui l’attore-regista e performer, artefice di un teatro della creazione totale e l’eclettico musicista e compositore rumeno (da Nyman al Quartetto Arditti, alle musiche di scena per Pina Bausch, al cinema) esplorano un nuovo alfabeto, emozionante e libero. Oltre i confini del bene e del male, lungo l’aspro sentiero della verità.

Quando si è distesi sulla valle si sente

che la terra è traboccante di sangue,

e che il suo immenso seno in cui un anima pulsa

è amore e carne, amore e carne …

 

Quando ho ascoltato Alexander Balanescu suonare il violino ho sentito in lui quelle note che uscivano come urli dell’anima. Ho risentito quelle note che non mi facevano dormire la notte da piccolo.

La voce e il violino si sono avvicinate mischiandosi con le parole di Pasolini, di Rimbaud, di Whitman, di Eliot, per cercare di trovare quei fili segreti, magici forse, che uniscono le persone, le storie. Chissà, forse la musica è quel racconto segreto che unisce, e dà armonia alle cose.

Pippo Delbono