CeDAC/ GIU’ LA MASCHERA!: presentata la Stagione di Prosa 2014-15 al CineTeatro Olbia di Olbia

CeDAC
XXXV Circuito Teatrale Regionale Sardo

GIU’ LA MASCHERA

Olbia – Cine Teatro “Olbia”

Stagione di prosa 2014 – 2015

comunicato del 03.12.2014

Il fascino della grande prosa – con particolare attenzione ai testi e agli autori contemporanei – al Cine Teatro “Olbia” di Olbia per la Stagione 2014-15 organizzata dal CeDAC con il patrocinio e il sostegno del Comune di Olbia, nell’ambito del XXXV Circuito Teatrale Regionale Sardo, con lo slogan significativo e squisitamente pirandelliano “Giù la maschera” che allude al potere svelante del teatro, e alla sua capacità di mettere a nudo la verità. In cartellone otto titoli in cui la commedia si alterna alla satira dei costumi, l’universo surreale di Lewis Carroll alla rivisitazione dei miti classici come all’epopea dello sport: un viaggio al cuore dell’uomo tra passione e politica, antichi e nuovi ideali, fragilità e paure e inattesi atti di coraggio.

Tra i protagonisti, artisti come Edy Angelillo e Gennaro Cannavacciuolo, Lucia Vasini e Antonio Cornacchione, Mario Zucca con Marina Thovez, accanto a Romina Mondello nei panni di un’Alice un po’ dark e al brioso trio formato da Cesare Bocci, Eleonora Ivone e Marco Bonini; e ancora Pino Strabioli e la rivelazione Alice Spisa (Premio Ubu 2013 miglior attrice under 30), e perfino un eroe della pallavolo come Andrea Zorzi, detto “Zorro”.

Focus sulla drammaturgia contemporanea e le trame del nostro presente: si va da un’ironica “Bestie Feroci Revolution” del Teatro dallarmadio, alle complicazioni sentimentali di “Ospiti” di Angelo Longoni, e l’intreccio – ma anche il contrasto – fra vita e arte in “Carmela e Paolino – varietà sopraffino” dello spagnolo José Sanchis Sinisterra, alle gloriose cronache sportive de “La leggenda del pallavolista volante” di e con Andrea Zorzi (scritto a quattro mani con il regista Nicola Zavagli). Un’altra Italia tra eleganza e piccoli e grandi sogni per “L’abito della sposa” di Mario Gelardi e la crudeltà di una moderna favola nell’ “Alice” ripensata da Matteo Tarasco e ancora il gusto della commedia e un pizzico di (fanta)politica ne “L’ho fatto per il mio paese” di Francesco Freyrie e Andrea Zalone (con la collaborazione di Antonio Cornacchione) e la ritrovata attualità dell’epos greco grazie a “La mia Odissea” di (e con) Marina Thovez.

GLI SPETTACOLI

Il sipario si aprirà venerdì 19 dicembre alle 21 su “Bestie Feroci Revolution” – originale e divertente operina teatral musicale di e con Fabio Marceddu e Antonello Murgia (che firma anche regia e colonna sonora), per una sintesi fulminante di decenni di storia italiana – tra metamorfosi culturali, ma anche sociali ed economiche – attraverso le canzoni che hanno scandito la vita e i cambiamenti nel Belpaese.

Raffinato e ludico incipit per una stagione che si annuncia ricca di interessanti novità, a partire da “Ospiti” di Angelo Longoni, drammaturgo, regista e sceneggiatore (suo è il fortunato “Caravaggio” televisivo con Alessio Boni): una commedia “cinica” e romantica – in scena mercoledì 28 gennaio – affidata al talento e alla verve di Cesare Bocci, Eleonora Ivone e Marco Bonini, tra equivoci e colpi di scena, e l’inizio di un nuovo amore.

Quasi un gioco metateatrale per “Carmela e Paolino – varietà sopraffino” di José Sanchis Sinisterra (venerdì 6 febbraio), nella mise en scène della storica compagnia Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi/ Teatro Stabile d’Innovazione, con traduzione, adattamento e regia di Angelo Savelli: Edy Angelillo e Gennaro Cannavacciuolo sono i protagonisti della versione, tutta italiana, di “Ay, Carmela”, storia di amore e morte sotto la dittatura franchista, in cui l’arte si trasforma in simbolo di libertà.

La leggenda del pallavolista volante” di Nicola Zavagli e Andrea Zorzi – in programma giovedì 26 febbraio- racconta invece la vicenda e le gesta di un campione nell’Italia dei fenomeni allenata da Julio Velasco, il pallavolista Andrea Zorzi – in scena insieme a Beatrice Visibelli: le vittorie – e rare sconfitte – sul campo punteggiano una sorta di romanzo di formazione, la storia vera di un ragazzo che scopre di possedere uno speciale talento per lo sport, il quale diventa così metafora dell’arte e forse della vita.

L’Italia dei primi anni sessanta – anzi del “fatidico” 1963 – fa da sfondo alla trama delicata e emozionante de “L’abito della sposa” di Mario Gelardi con Pino Strabioli e Alice Spisa, diretti da Maurizio Panici (giovedì 5 marzo): l’incontro tra un sarto dell’esercito, ormai di mezza età e una giovane ricamatrice, impegnati a realizzare il prezioso vestito per una cerimonia nuziale, si trasforma nel vivido, poetico affresco di un mondo perduto in cui s’intrecciano, per un breve istante, due esistenze, due differenti destini.

Il fascino dell’eroina dei romanzi di Lewis Carroll rivive nell’“Alice” firmata da Matteo Tarasco, e interpretata da Romina Mondello, accanto a Salvatore Rancatore, Giulia Galiani e Odette Piscitelli (venerdì 27 marzo): una fiaba moderna e un po’ dark, un sogno ad occhi aperti in cui i simboli e i personaggi dello strampalato universo del Paese delle Meraviglie, quella sorprendente realtà oltre lo specchio, abitano la mente di una fanciulla inquieta, moderna “sorella di Amleto” nel suo giocare tra finzione e follia.

I drammi del presente – la crisi economica ma soprattutto la siderale distanza tra la politica e la gente comune – sono lo spunto per “L’ho fatto per il mio paese” di Francesco Freyrie e Andrea Zalone, brillante pièce interpretata con la nota vis comica da Antonio Cornacchione (che ha partecipato alla stesura del testo) in coppia con Lucia Vasini, per la regia di Daniele Sala che mette in scena (venerdì 10 aprile) il confronto e il dialogo (im)possibile tra un ministro e un lavoratore in esubero, per sorridere e pensare.

Chiuderà in bellezza – e con ironia – la Stagione di prosa del CeDAC al Cine Teatro “Olbia” di Olbia venerdì 17 aprile “La mia Odissea”, il nuovo spettacolo scritto e diretto e interpretato da Marina Thovez, in scena con Mario Zucca e altri sei attori, per una rilettura in chiave e soprattutto con sensibilità contemporanea del poema di Omero sul travagliato ritorno di Ulisse ad Itaca al termine della guerra di Troia, tra l’invincibile amore per Penelope e i sentimenti e pensieri della sposa e del figlio in attesa sull’isola.

La Stagione di Prosa 2014-15 del CeDAC ad Olbia è organizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale della città gallurese, con il sostegno del MiBACT/Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Sardegna e con il prezioso contributo della Fondazione di Sardegna e l’apporto irrinunciabile della Sardinia Ferries che ospita gli artisti in viaggio per e dalla Sardegna.

CONTATTI: per l’Ufficio Stampa del CeDAC/ Sardegna:

Anna Brotzu – cell. 328.6923069

cedac.uffstampa@gmail.com

CeDAC
Circuito Teatrale Regionale Sardo
GIU’ LA MASCHERA

Olbia – Cine Teatro “Olbia”
Stagione di prosa 2014 – 2015

19 dicembre

Teatro dallarmadio

Bestie Feroci Revolution

di e con Fabio Marceddu e Antonello Murgia

regia Antonello Murgia

 

28 gennaio

Pragma

Ospiti di Angelo Longoni

con Cesare Bocci, Eleonora Ivone, Marco Bonini

regia Angelo Longoni

 

6 febbraio

Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi

Carmela e Paolino varietà sopraffino di José Sanchis Sinisterra

con Edy Angelillo e Gennaro Cannavacciuolo

regia Angelo Savelli

 

26 febbraio

Teatri d’imbarco

La leggenda del pallavolista volante di Nicola Zavagli e Andrea Zorzi

con Andrea Zorzi e Beatrice Visibelli

regia Nicola Zavagli

 

 

5 marzo

ArTè Teatro Stabile d’Innovazione

L’abito della sposa di Mario Gelardi

con Pino Strabioli e Alice Spisa

regia Maurizio Panici

 

27 marzo

Arte e Spettacolo Domovoj

Alice da Lewis Carroll

con Romina Mondello, Salvatore Rancatore, Giulia Galiani, Odette Piscitelli

adattamento e regia Matteo Tarasco

10 aprile

International Music and Arts

L’ho fatto per il mio paese di Francesco Freyrie e Andrea Zalone

(scritto con Antonio Cornacchione)

con Lucia Vasini e Antonio Cornacchione

regia Daniele Sala

 

17 aprile

Ludus in Fabula

La mia Odissea

scritto, diretto e interpretato da Marina Thovez

con Mario Zucca

CeDAC
Circuito Teatrale Regionale Sardo
GIU’ LA MASCHERA

Olbia – Cine Teatro “Olbia”
Stagione di prosa 2014 – 2015

INFO & PREZZI

Abbonamenti:

intero €100 – ridotto €90

 

Biglietti

intero €15 – ridotto €13

 

CONTATTI

info: tel: 0789 28773 – cell. 328.2397198

www.cedacsardegna.it