Destinatario sconosciuto – Giornata della Memoria

Compagnia Çàjka

Destinatario sconosciuto

dal romanzo in forma di carteggio
di Katherine Kressmann Taylor

lettura scenica a cura di Francesco Origo

con Francesco Origo e Enrico Incani

violino Diego Milia

L’incubo della Shoah in un racconto a due voci: “Destinatario sconosciuto” di Katherine Kressmann Taylor apparso sulla rivista americana Story nel 1938, anticipa con chiaroveggente lucidità gli orrori delle persecuzioni e dello sterminio degli ebrei. I protagonisti, il tedesco Martin Schulse e Max Eisenstein, ebreo americano, soci in affari ma soprattutto amici fraterni, dopo la partenza del primo per la Germania iniziano un intenso dialogo epistolare.

L’ombra della Storia si insinua però nelle loro vite: i toni inizialmente affettuosi, via via si raffreddano, e l’avvento di Hitler al potere, tra l’entusiasmo di Schulse e le crescenti preoccupazioni di Eisenstein, segna la fine della loro amicizia, con un finale che ha il sapore amaro della vendetta.

Con questo intervento-spettacolo la Compagnia Çàjka cerca di contribuire, nella maniera più asciutta ed incisiva possibile, evitando la via evocativa di una pericolosa distanza storica, alla sensibilizzazione ed alla meditazione sulle tragiche problematiche del razzismo e dell’intolleranza di ieri e di oggi.