“Doppio Sogno” di Giancarlo Marinelli in tournée nell’Isola – dal 19 gennaio – tra Alghero, Arzachena, Nuoro, Santa Teresa Gallura, San Gavino Monreale, Tempio Pausania

CeDAC
XXXV Circuito Teatrale Regionale Sardo
GIU’ LA MASCHERA!

Compagnia Molière
Doppio Sogno

10 Doppio sogno 5_cast

di Giancarlo Marinelli

lunedì 19 gennaio – ore 21: ALGHERO Teatro Civico
martedì 20 gennaio – ore 21: ARZACHENA Auditorium Comunale
mercoledì 21 gennaio – ore 20.30: NUORO Teatro Eliseo*
giovedì 22 gennaio – ore 21: SANTA TERESA GALLURA Cineteatro comunale Nelson Mandela
venerdì 23 gennaio – ore 21: SAN GAVINO MONREALE Teatro Comunale
sabato 24 gennaio – ore 21: TEMPIO PAUSANIA Teatro del Carmine

* Ivana Monti e Caterina Murino e la compagnia di “Doppio Sogno” saranno ospiti mercoledì 21 gennaio alle 18.30 a Casa Rosas a Nuoro – dove incontreranno il pubblico prima dello spettacolo al Teatro Eliseo

Viaggio nei territori dell’inconscio, fra ricordi e segreti desideri, per “Doppio Sogno” della Compagnia Molière, scritto e diretto da Giancarlo Marinelli (e tratto dall’omonimo racconto di Arthur Schnitzler), con Ivana Monti, Caterina Murino, Giorgio Lupano e Rosario Coppolino, in tournée nell’Isola sotto le insegne del CeDAC nell’ambito del XXXV Circuito Teatrale Regionale Sardo (con lo slogan quanto mai appropriato “Giù la Maschera!”)

Lo spettacolo sbarca nell’Isola (dopo la prima nazionale venerdì 16 gennaio a Campobasso) e debutterà in prima regionale lunedì 19 gennaio alle 21 al Teatro Civico di Alghero, per approdare martedì 20 gennaio alle 21 all’ Auditorium Comunale di Arzachena, dove inaugurerà la Stagione del CeDAC, e ancora mercoledì 21 gennaio alle 20.30 sarà in scena al Teatro Eliseo di Nuoro, dove aprirà la Stagione di Prosa del CeDAC – e prima della recita mercoledì 21 gennaio alle 18.30 * Ivana Monti e Caterina Murino e la compagnia di “Doppio Sogno” incontreranno il pubblico nuorese a Casa Rosas. L’affascinante trama di “Doppio Sogno” giovedì 22 gennaio alle 21 aprirà il cartellone del CeDAC al Cineteatro Comunale Nelson Mandela di Santa Teresa Gallura; venerdì 23 gennaio sempre alle 21 inaugurerà la stagione al Teatro Comunale di San Gavino Monreale e infine sabato 24 gennaio alle 21 darà il via alla Stagione di Prosa al Teatro del Carmine di Tempio Pausania.

Sulla falsariga del racconto di Schnitzler (cui si è ispirato anche Stanley Kubrick per il suo ultimo film, “Eyes Wide Shut” con Nicole Kidman) “Doppio Sogno” mescola realtà e immaginazione, tra la fantasia di un tradimento che diventa ossessione e l’affiorare di ricordi belli e dolorosi. Protagonisti il dottor Fridolin (Giorgio Lupano) e la sua splendida moglie Nicole (Albertine nel racconto di Schnitzler, interpretata da Caterina Murino), una coppia affiatata e innamoratissima che per sfuggire alla noia, o semplicemente interrogandosi sui misteri dell’inconscio, inizia un pericoloso gioco di seduzione fondato sulla gelosia.

Le inquietudini di una lunga e agitata notte si dissolvono alla luce del giorno, ma non del tutto: resta come l’eco di quei pensieri, in uno strano intreccio fra vita e sogno, e l’intuizione e la determinazione di guardare il mondo con occhi bene aperti.

Traendo spunto dal testo di Schnitzler, Marinelli si addentra nella sfera degli affetti, in bilico fra passato e presente, creando il personaggio di Ivana su misura per un’attrice del calibro di Ivana Monti, bravissima e convincente interprete (figura di spicco del teatro italiano) e evocando sulla scena personaggi reali e immaginati per metterli al centro di un privato teatro delle emozioni.

_B3A3535

COMUNICATO del 17.01.2015

Crimini del cuore – tra segreti desideri e inconfessabili impulsi – per l’intrigante “Doppio Sogno” scritto e diretto da Giancarlo Marinelli, liberamente tratto dall’omonimo racconto di Arthur Schnitzler (a cui si è ispirato il regista Stanley Kubrick per il suo ultimo film, rimasto incompiuto, “Eyes Wide Shut”). La pièce racconta di una notte tormentata in cui affiorano i fantasmi della gelosia e i ricordi del passato, per un viaggio nei territori dell’inconscio: un’innocente confessione, il pensiero di lasciarsi travolgere dalla passione con uno sconosciuto, apre uno spiraglio sui labirinti della mente, sulla complessità dell’animo umano in cui si confrontano istinto e ragione.

Un cast stellare per lo spettacolo della Compagnia Molière – da Ivana Monti, attrice intensa e versatile, a proprio agio sul palcoscenico come davanti alla macchina da presa, figura di spicco del teatro italiano nonché volto noto del grande e del piccolo schermo, a Caterina Murino, diva internazionale e musa del cinema francese e italiano, di nuovo sulla scena dopo il successo di “Dona Flor e i suoi due mariti” e la “Salammbô” di Flaubert al Teatro Romano di Nora per il Festival La Notte dei Poeti; a Giorgio Lupano, attore di teatro, cinema (da “Il manoscritto del principe” e “Sotto falso nome” di Roberto Andò a “11 Settembre 1683” di Renzo Martinelli) e televisione all’attore e produttore Rosario Coppolino.

Completano il cast: Andrea Cavatorta, Francesco Cordella, Serena Marinelli e Simone Vaio; le scene sono di Paolo Beleù e Andrea Bianchi, i costumi di Adelia Apostolico, le musiche di Roberto Fia, il progetto luci di Daniele Davino. (“Doppio Sogno” è prodotto dalla Compagnia Molière, con il contributo della Regione Veneto, in collaborazione con la Fondazione Molise Cultura)

Doppio Sogno” sbarca nell’Isola (dopo la prima nazionale venerdì 16 gennaio a Campobasso) e debutterà in prima regionale lunedì 19 gennaio alle 21 al Teatro Civico di Alghero, per approdare martedì 20 gennaio alle 21 all’Auditorium Comunale di Arzachena, dove inaugurerà la Stagione del CeDAC, e ancora mercoledì 21 gennaio alle 20.30 sarà in scena al Teatro Eliseo di Nuoro, dove aprirà la Stagione di Prosa del CeDAC – e prima della recita sempre mercoledì 21 gennaio ma alle 18.30 Ivana Monti e Caterina Murino e la compagnia incontreranno il pubblico nuorese a Casa Rosas. La tournée proseguirà giovedì 22 gennaio alle 21 al Cineteatro Comunale Nelson Mandela di Santa Teresa Gallura, dove “Doppio Sogno” aprirà il cartellone del CeDAC; e venerdì 23 gennaio sempre alle 21 lo spettacolo inaugurerà la stagione al Teatro Comunale di San Gavino Monreale e infine sabato 24 gennaio alle 21 la pièce darà il via alla Stagione di Prosa del CeDAC al Teatro del Carmine di Tempio Pausania.

Il fascino della trasgressione – con la rivelazione di intimi pensieri e impulsi fugaci – irrompe nella quieta routine domestica del dottor Friedolin (Giorgio Lupano) e della sua splendida moglie Nicole (Albertine nell’originale, interpretata da Caterina Murino): l’adulterio solo immaginato si trasforma in ossessione, scatena interrogativi inattesi sul valore e il senso della fedeltà coniugale ma soprattutto sulla reale possibilità di conoscere fino in fondo se stessi e gli altri. Il racconto intreccia passato e presente, ricordi e rimpianti e proiezioni oniriche, in una vertiginosa giostra delle passioni: la natura ambigua del sogno tra proiezioni del desiderio e riflessi della paura è tema centrale, e causa dell’inquietudine, cui risponde il fuoco salvifico dell’amore.

Nel “Doppio Sogno” di Marinelli – sulle tracce di Schnitzler – la trama si complica, con nuovi personaggi come quello di Ivana, la madre, scritto su misura per un’attrice formidabile come Ivana Monti, in un gioco di specchi in cui è difficile distinguere tra fantasia e verità, come tra vita e sogno. La scienza della psicanalisi inventata da Sigmund Freud offre lo spunto per un’indagine oltre le apparenze che scardina le certezze derivanti dal comportamento e dalla morale, per varcare la soglia dell’inconoscibile, di quell’io profondo e represso sotto il peso delle convenzioni e delle convinzioni, più legato all’istinto, alla parte primordiale, quella zona interiore in cui si cela un essere che possiede l’innocenza e la crudeltà dei cuccioli della specie.

Una porta sull’anima, forse, che conduce nell’abisso della disperazione e del dubbio: la bellezza e la sincerità di Nicole si traducono in un enigma, la donna che gli vive accanto diventa un’estranea, per Fridolin che si perde tra le infinite possibilità di tradimento, le tentazioni molteplici di una notte interminabile per ritrovare la quiete solo accanto a colei che ha scelto, ed è ora parte indissolubile della sua esistenza.

Antiche tragedie, ferite indimenticabili affiorano alla coscienza in quel simbolico peregrinare in una dimensione surreale in cui tutto – e il contrario di tutto – può accadere, tra una folla di fantasmi, amici e conoscenti e persone care che mostrano in quella realtà allucinata un’altra maschera, un volto inconsueto e irriconoscibile.

Il “Doppio Sogno” di Marinelli è comunque e soprattutto una storia d’amore, in cui passione e tenerezza, l’intimità degli amanti e sposi, la reciproca stima e la paura di non incontrarsi più rappresentano per entrambi, paradossalmente, l’istinto di perdizione e la via per la salvezza, la fine dell’incubo.

Ti ricordi, l’estate scorsa, sulla spiaggia danese, quel giovane uomo? Se mi avesse chiamata, non avrei potuto oppormi. Ero pronta a sacrificare te, la nostra bambina, tutto il mio futuro”: una frase fatale, l’intima confidenza di un tradimento solo fantasticato che si trasforma nell’ossessione di un’interminabile notte; ma « dopo aver viaggiato negli inferi della mente e della carne, sullo scivolo dell’alba, i due coniugi si ritrovano soli, smarriti, ma innamorati più di prima».

Spiega l’autore e regista Giancarlo Marinelli: «In fondo solo questo mi interessa: raccontare, (ancora una volta), i crimini, anche solo della fantasia, che attentano ogni giorno alla felicità della coppia; dire quanto sia disperante dover amare e essere amati, facendo i conti con l’infantile terrore e la sadica eccitazione dell’abbandono; mettere in scena la follia di chi, ad un certo punto della sua vita, è convinto che il dolore che subiamo, in verità, sia la punizione meritata a quel nostro abbandonare, tradire, violare chi ha scelto di essere, per sempre, nostro».

 

CONTATTI: per l’Ufficio Stampa del CeDAC/ Sardegna:
Anna Brotzu – cell. 328.6923069 – cedac.uffstampa@gmail.com

 

 

 

*********************************

Compagnia Molière
con il contributo della Regione Veneto

in collaborazione con Fondazione Molise Cultura

Doppio Sogno

_45A3327

di Giancarlo Marinelli

tratto dall’omonimo racconto di Arthur Schnitzler

con Ivana Monti, Caterina Murino, Giorgio Lupano, Rosario Coppolino

e con Andrea Cavatorta, Francesco Cordella, Serena Marinelli, Simone Vaio

scene Paolo Beleù / Andrea Bianchi

costumi Adelia Apostolico

musiche Roberto Fia

light designer Daniele Davino

regia Giancarlo Marinelli

Lo spettacolo

Per la prima volta in teatro la novella schnitzleriana che fonde in modo assai compiuto il sogno e la realtà, Freud e il romanzo d’appendice, e da cui Stanley Kubrick, con “Eyes Wide Shut”, ha tratto il suo ultimo capolavoro del tutto incompiuto.

«Dopo il grande successo delle due stagioni di Elephant Man, cercavo un testo che possedesse una caratteristica; darmi la possibilità, come drammaturgo e come regista, di creare personaggi multipli per i miei attori; un testo che fosse già teatro multiplo. Dove la storia fosse tante storie; dove la verità fosse tante verità; e dove, finalmente, l’amore, la morte, il senso di colpa, il peccato e il riscatto, affiorassero prepotentemente tutti insieme.

In una Vienna innevata eppure caldissima, il dottor Fridolin riceve la più imprevedibile delle confessioni dalla moglie Albertine: “Ti ricordi, l’estate scorsa, sulla spiaggia danese, quel giovane uomo? Se mi avesse chiamata, non avrei potuto oppormi. Ero pronta a sacrificare te, la nostra bambina, tutto il mio futuro”.

Dall’intima confidenza di un tradimento solo fantasticato all’ossessione che dura un’interminabile notte; dopo aver viaggiato negli inferi della mente e della carne, sullo scivolo dell’alba, i due coniugi si ritrovano soli, smarriti, ma innamorati più di prima.

In fondo solo questo mi interessa: raccontare, (ancora una volta), i crimini, anche solo della fantasia, che attentano ogni giorno alla felicità della coppia; dire quanto sia disperante dover amare e essere amati, facendo i conti con l’infantile terrore e la sadica eccitazione dell’abbandono; mettere in scena la follia di chi, ad un certo punto della sua vita, è convinto che il dolore che subiamo, in verità, sia la punizione meritata a quel nostro abbandonare, tradire, violare chi ha scelto di essere, per sempre, nostro.

Il teatro è amare gli attori. E odiare tutto ciò che riescono ad essere al posto nostro.»

Giancarlo Marinelli

L’autore e regista

Giancarlo Marinelli (classe 1973) è uno scrittore, regista e sceneggiatore, editorialista e drammaturgo nonché attore, professore di Istituzioni di Regia Teatrale all’Accademia delle Arti a Roma. Finalista al Premio Campiello nel 2002 con “Dopo l’amore” e nel 2006 con “Ti lascio il meglio di me”. Recentemente ha pubblicato per Bompiani il giallo noir “Le penultime labbra”.

Per il teatro, ha curato la trasposizione di “Elephant Man”, dall’omonimo racconto del medico Frederick Treves, sulla vera storia di Joseph Merrick, il celebre “uomo elefante”, stella dei freak show nell’Inghilterra vittoriana.

giu la maschera 2014

INFO & PREZZI

ALGHERO

Biglietti:

platea: intero €15– ridotto €13

palco: intero €13 – ridotto €10

loggione: biglietto unico €7

info: tel: 349 4127271 – iousaidaniela@tiscali.itwww.cedacsardegna.it

ARZACHENA

Abbonamenti 5 spettacoli:: posto unico: €55 – ridotto €45

Biglietti: Posto unico: intero €14– ridotto €11

info: cell:328 6996706 – aliver94@gmail.com – gianpiero@cinemaolbia.it

www.cedacsardegna.it

NUORO

Abbonamenti 6 spettacoli:

primi posti: intero €80 – ridotto €70

secondi posti: intero €70 – ridotto €60

Biglietti:

primi posti: intero €16 – ridotto €14

secondi  posti: intero €14 – ridotto €11

info: 329.0708812 – p.altea@tiscali.it – www.cedadcsardegna.it

SANTA TERESA GALLURA

Abbonamenti 4 spettacoli: intero € 50 – ridotto € 40

Biglietti: intero €15 – ridotto €12

info: cell. 339.6785869 – cooperativalabeddula.teatro@gmail.com – www.comunestg.it

www.cedacsardegna.it – cedac@cedacsardegna.it

SAN GAVINO MONREALE

Abbonamenti a 5 spettacoli:

intero €55 – ridotto €45

Biglietti:

intero €14 – ridotto €12

info: tel: 3404041567 – www.cedacsardegna.it

TEMPIO PAUSANIA

Abbonamenti:

Platea intero e galleria centrale €75

Platea ridotto e galleria laterale €60

Loggione €45

Biglietti:

Platea intero e galleria centrale €15
Platea ridotto e galleria laterale €13
Loggione €6

riduzioni: under 25, over 65

Info:tel. 079 671580 – 079 630377 – infogiovani.tempio@tiscali.it – www.cedacsardegna.it

F teatrodelcarminetempio