Giovanni Guidi Trio

Giovanni Guidi Trio

Giovanni Guidi – Piano

Thomas Morgan – Contrabbasso

João Lobo – Batteria

 

Un Trio originale e non comune: il pianista Giovanni Guidi, il contrabbassista Thomas Morgan e il batterista João Lobo proseguono il lavoro iniziato nel 2011. Ognuno dei musicisti ha un forte senso per la dialettica del suono e silenzio.

Presenteranno in un’unica data nell’Isola il loro secondo album prodotto dalla ECM “This Is The Day”.

Giovanni-Guidi-di-Andrea-Boccalini

Giovanni Guidi  – pianoforte

Nasce a Foligno nel 1985. Frequentando i seminari estivi di Siena, viene notato da Enrico Rava, che lo inserisce nel gruppo Rava Under 21, trasformatosi in seguito in Rava New Generation. Con quest’ultimo gruppo ha inciso nel 2006 e nel 2010 due Cd per l’Editoriale l’Espresso.

Attualmente, oltre alla collaborazione con i gruppi di Rava (PM Jazz Lab e Tribe), all’acclamatissimo  duo Soupstar con Gianluca Petrella, il trio con il trombettista Luca Aquino e il percussionista Michele  Rabbia, il quartetto co-diretto con il giovane enfant prodige del sassofono Mattia Cigalini, è leader di propri gruppi. Si è esibito in vari importanti festival: Umbria Jazz, Vicenza New Conversation, Zurich Nu Jazz, Umbria Jazz Balcanic Windows, Stavanger Mai Jazz, Jazzaldia, North Sea Jazz Festival, Molde Jazz, Le Mans Festival, Portland Jazz Festival, San Francisco Jazz Festival ed anche in teatri e club a New York, San Paolo, Rio De Janeiro, Buenos Aires, Brasilia, Salvador de Bahia, Dublino,Parigi, Londra, Monaco, Berlino, Seoul, Hong Kong.

Il primo album a suo nome “ Tomorrow Never Knows” è stato pubblicato nell’agosto 06 per l’etichetta giapponese VENUS e recensito con cinque stelle dal mensile Swing Journal. Successivamente ha pubblicato quattro album con l’etichetta CAM JAZZ: i primi due “Indian Summer” e “The House Behind This One” in quartetto, “The Unknown Rebel” con una formazione allargata a dieci elementi e “We Don’t Live Here Anymore”, registrato a New York con Gianluca Petrella, Michael Blake, Thomas Morgan e Gerald Cleaver:

E’ del 2013 il primo album registrato  a suo nome per la prestigiosa ECM di Monaco: “City Of Broken Dreams” inciso  in trio con Thomas Morgan e Joao Lobo. Per la stessa etichetta aveva precedentemente  inciso due album con Enrico Rava: “Tribe” e “On The Dance Floor”. Ha vinto poi vari premi tra cui il referendum Top Jazz indetto dalla rivista Musica Jazz , in cui è stato votato da una giuria composta da 58 giornalisti e critici musicali come miglior nuovo talento 2007. A Marzo 2015 è stato pubblicato “This Is The Day”, il  nuovo album per ECM, inciso in trio con  Thomas Morgan e Joao Lobo.

Giovanni-Guidi-trio 3

Thomas Morgan –  contrabbasso.

Inizia come violoncellista, ma all’età di quattordici anni la sua attenzione si rivolge allo studio del contrabbasso.

Dopo essersi diplomato alla Manhattan School of Music, dove il suo talento musicale è stato coltivato da Harvie S and Garry Dial,  Thomas ha iniziato una carriera musicale che ha già avuto un notevole passato ma, considerando la sua età (classe 1981), un ancor più splendente futuro davanti a sé.

Ha collaborato con artisti del calibro di: David Binney, Steve Coleman, Joey Baron, Paul Motian, Craig Taborn, Mark Feldman, Kenny Werner.

João Lobo – batteria.

Nato a Lisbona, è uno dei batteristi più richiesti e innovativi della nuova scena jazz europea. Leader di propri gruppi, con il suo drumming raffinato, coloristico e imprevedibile si è imposto collaborando con molti altri giovani talenti, ma anche in seno al gruppo New Generation di Enrico Rava. Nel 2013 è uscito per la prestigiosa etichetta ECM il Cd in Trio  “City of Broken Dreams” nel quale affianca Giovanni Guidi (p) e Thomas Morgan (db).

Nel suo “solo” interpreta ed improvvisa un repertorio di canzoni semplici ed essenziali, fino a creare un rapporto intimo e coinvolgente con il pubblico, dimostrando quanto siano realmente infinite le possibilità di esplorazione sonora di uno strumento come la batteria.

Giovanni-Guidi-3 piano