Ivano Marescotti ne “La fondazione” di Raffaello Baldini (dopo Olbia) tra Macomer, Meana Sardo, Arzachena e San Gavino Monreale

La follia quotidiana e la scrittura immaginifica del poeta Raffaello Baldini ne “La fondazione”, in tournée nell’Isola sotto le insegne del CeDAC: il dramma di un uomo prigioniero della “roba”, incapace di privarsi delle tracce sia pure insignificanti del suo passato, diventa surreale e (tragi)comico monologo nell’interpretazione di Ivano Marescotti (uno dei volti noti e emblematici del cinema italiano, che in teatro ha lavorato con artisti come Leo De Berardinis e Thierry Salmon, Carlo Cecchi e Mario Martone) per la regia di Valerio Binasco. La pièce originale, prodotta da Nuova Scena – Arena del Sole/ Teatro Stabile di Bologna, è costruita su un testo del drammaturgo e poeta di Santarcarcangelo di Romagna (affidato dall’autore stesso all’attore, già più volte cimentatosi con quella scritura lirica, densa e immaginifica) che con la forza icastica ed evocativa del dialetto romagnolo, in un’efficace mescolanza linguistica con l’italiano, restituisce l’immagine tenera e feroce di un individuo così attaccato alle cose da rinunciare a vivere nel presente.

“La fondazione”  – nel cartellone di  M’Illumino di Prosa/ la Stagione 2012/13 del CeDAC,  nell’ambito del XXXIII Circuito Teatrale Regionale Sardo – dopo il debutto in prima regionale  al CineTeatro “Olbia” di Olbia (lunedì 4 marzo), approderà martedì 5 marzo alle 21 al Teatro Costantino di Macomer, mercoledì 6 marzo sempre alle 21  al Teatro San Bartolomeo di  Meana Sardo e giovedì 7 marzo alle 21  all’Auditorium comunale di  Arzachena; infine venerdì 8 e sabato 9 marzo alle 21  sarà di scena a San Gavino Monreale, per un duplice appuntamento nel Salone Santa Lucia.