La Notte dei Poeti al Teatro Romano di Nora… tra Shakespeare e Sorrentino

 

XXXII Festival La Notte dei Poeti
al Teatro Romano di Nora

11-25 luglio 2014

 

 

Si alza il sipario sulla XXXII edizione del Festival “La Notte dei Poeti” organizzato dal CeDAC: cinque spettacoli in cartellone dall’11 al 25 luglio al Teatro Romano di Nora, con protagonisti come Giancarlo Giannini e Iaia Forte, il pianista Giovanni Bellucci, l’attore e autore senegalese Mohamed Ba, Marco Bocci (nel ruolo di Modigliani), e Los Hermanos Macana con il loro tango macho. Accanto alle stelle di prima grandezza, risalta lo splendore della “Polvere di Stelle” (per grandi e piccini) fra la magia del nouveau cirque del “Circus Maccus!”, la meraviglia del “Volo dell’Innocenza” del Teatro Tages e l’ironia di “Bestie Feroci Revolution”, operina modulare firmata Teatro dallarmadio.

Vi è inoltre “La Notte dei Piccoli Poeti”, dedicata ai giovanissimi, che dà spazio a creatività e divertimento, da un workshop di teatrodanza “Sulle tracce di Gulliver” ai giochi acrobatici e gli esercizi di giocoleria del laboratorio “In Viaggio” con Virginia Viviano e la Compagnia Maccus, al piacere di costruire e animare un burattino con “La pianta dei…” del Teatro Tages, ispirato a una favola di Rodari.

Fil rouge della kermesse, il tema del viaggio reale o fantastico, tra le creature del teatro shakespeariano e la vita avventurosa degli artisti del circo, seguendo le tracce dei migranti o il cammino verso il successo rapido quanto effimero, e perfino nella memoria del Belpaese, sulle note di una canzone.

Parole e note riecheggeranno tra le antiche pietre del Teatro Romano di Nora – saranno i monologhi shakespeariani su partiture romantiche, o racconteranno le peripezie di popoli in fuga scandite dal violoncello; riproporranno i ricordi di Tony Pagoda (cantante melodico napoletano) o la storia di Modì, per divenire struggenti con i ritmi sincopati del “pensiero triste che si balla”. Oltre il palcoscenico sospeso tra cielo e mare, la “Notte dei Poeti” regala affascinanti incursioni tra la spiaggia e la città, a scuola e a Casa Frau: eventi e spettacoli, performances e laboratori, e una mostra-installazione di alto valore culturale, che coniugano letteratura e teatro, musica e arti visive, come invito alla lettura e alla (ri)scoperta dei classici.

Un progetto insieme artistico e pedagogico capace di coinvolgere un pubblico adulto e sollecitare le giovani menti attraverso i diversi linguaggi della scena e gli esercizi di creatività, che è stato accolto e condiviso dall’amministrazione comunale di Pula, con il sostegno della RAS e del MiBACT, e l’apporto della Fondazione Banco di Sardegna e di Sardinia Ferries, e la collaborazione di partners strategici sul territorio come le ProLoco di Pula, Iglesias, Meana Sardo e Lanusei e degli altri centri dell’Isola aderenti al Circuito Teatrale Regionale Sardo.

La magia di un “Sogno di una notte di mezza estate” inaugurerà il festival (l’11 luglio), per un viaggio nell’immaginario shakespeariano, nel progetto ideato dal pianista Giovanni Bellucci, protagonista del recital insieme a Giancarlo Giannini (in questi giorni testimonial dei Mondiali di Calcio in Brasile nello spot di Sky). L’attore, artista poliedrico e geniale, capace di toccare le corde più diverse, dall’ironia al dramma, al grottesco, darà voce ai personaggi del bardo insieme alle straordinarie note del pianoforte di Giovanni Bellucci, in un raffinato gioco di accostamenti tra poesia e musica, tra la crudele bellezza e profondità del teatro elisabettiano e il Romanticismo di Beethoven, Mendelssohn, Liszt e Chopin, le partiture rinascimentali di Byrd e i virtuosismi di Alkan, e citazioni di Rossini e Busoni.

La Notte dei Poeti” di Nora ospiterà la moderna epopea dei migranti (il 18 luglio) con “Il tempo dalla mia parte” di Mohamed Ba: l’attore e autore teatrale nonché musicista senegalese, sotto i riflettori insieme al violoncellista Marco Ravasio, rievocherà sulla falsariga del romanzo le vicissitudini di quanti spinti da guerra, fame e persecuzioni attraversano mare, cielo, montagne e deserti inseguendo il sogno di un futuro migliore nell’Europa (in)ospitale. Tra accenti barocchi e musica popolare, blues, rock e spirituals, fino a “Time Is On My Side” dei Rolling Stones, prende forma la storia di Amed, partito dalla mitica Jolof, in Africa, alla ricerca del tamburo magico per invocare la pioggia, e dei tanti che come lui affrontano l’ignoto, per approdare nell’inferno di CIE e CPT.

Fascino e sensualità del tango argentino, rivisitato con ironia e eleganza nelle acrobatiche coreografie de Los Hermanos Macana: in “Tango Bar 2014” (in cartellone il 19 luglio) i fratelli Enrique e Guillermo De Fazio rievocano le origini del ballo popolare, danzando in coppia come i “compadritos” (i guappi dell’epoca) che, per carenza di donne, erano costretti ad allenarsi e ballare tra loro, gareggiando in carattere e bravura. Un tango macho, intrigante e sensuale, suonato dal vivo e interpretato con lo stile peculiare dei due artisti, che miscelano talento e energia, divertimento, e grande rispetto per la tradizione del ballo nato per le vie di Buenos Aires.

Una straordinaria Iaia Forte, musa di Mario Martone e Pappi Corsicato e icona del nostro cinema, torna nell’Isola dopo il successo dalla tournée internazionale con le “Operette Morali” di Martone: l’attrice sarà protagonista nel ruolo en travesti di Tony Pagoda in “Hanno Tutti Ragione”, dall’omonimo romanzo di Paolo Sorrentino (con il quale ha girato “La grande bellezza” – Premio Oscar come miglior film straniero, pluripremiato al David di Donatello 2014). Focus sul cantante napoletano (già personaggio del film cult di Sorrentino “Un uomo in più”), all’apice della sua carriera, nella New York degli Anni ’50: in attesa di esibirsi al Radio Music Hall davanti a Frank Sinatra «in una sorta di allucinazione del sentire, è attraversato da barlumi di memoria, illuminazioni di sé, “struggenze” d’amore, sarcastiche considerazioni partorite tra le note delle canzoni».

Ritratto d’artista – in anteprima nazionale il 25 luglio alle 20 – con “Modigliani et ses femmes” di Angelo Longoni, che firma anche la regia dell’opera multimediale ispirata alla vita e all’opera del pittore Amedeo Modigliani: sullo sfondo della Parigi d’inizio Novecento, Modigliani – interpretato da Marco Bocci, attore di cinema e teatro (e futuro sposo di Laura Chiatti), insieme a quattro attrici che incarnano le donne simbolo, amiche e amanti, e modelle dei suoi dipinti – trascorre un’esistenza bohémienne, nella ricca e animata temperie culturale della capitale francese, tra il fiorire delle avanguardie – dal Cubismo al Surrealismo – fino alla precoce morte nel 1920. L’omaggio a Modì si completa nella mostra “The Impossible Modigliani”, un suggestivo itinerario tra opere e lettere, documenti, fotografie, oggetti e testimonianze inedite, a cura della Fondazione Amedeo Modigliani: la riproduzione puntuale (e virtuale) di dipinti e sculture dell’artista livornese, resa possibile dalle nuove tecnologie, permetterà di scoprire e confrontarsi con celebri capolavori, di riscoprirne il segno poetico e lunare.

***

S’intitola “Polvere di Stelle” l’intrigante e spettacolare trittico che parte dalla spiaggia di Nora con le acrobazie aeree e i “numeri” del “Circus Maccus!” ideato e diretto da Virginia Viviano (sabato 12 luglio alle 18) per proseguire a Casa Frau (martedì 15 luglio dalle 19 alle 22) con il “Volo dell’Innocenza”, poetico frammento proposto dal Teatro Tages e infine il divertissement teatral musicale “Bestie Feroci Revolution” del Teatro dallarmadio (in programma giovedì 17 luglio dalle 22 sempre a Casa Frau): in scena Fabio Marceddu e Antonello Murgia per un significativo e curioso amarcord tra storia e canzoni.

Si gioca con la fantasia ne “La Notte dei Piccoli Poeti” pensata per bambini e ragazzi: le meraviglie del circo sono al centro di “In Viaggio”, il laboratorio a cura della Compagnia Maccus che permetterà a bimbi e adolescenti di confrontarsi con le arti circensi (dal 13 al 17 luglio sulla spiaggia di Nora); la Scuola elementare Sant’Efisio ospiterà invece dal 14 al 18 luglio “Sulle tracce di Gulliver”, il laboratorio di teatrodanza a cura di Enrica Spada, che prende spunto dal celebre romanzo di Swift; sempre nella Scuola (il 16 e 17 luglio) Agostino Cacciabue e Rita Xaxa del Teatro Tages con “La pianta dei…” guideranno un gruppo di giovanissimi nella lettura di una favola di Rodari con finale aperto – e quindi da scrivere – per arrivare a un’ipotesi di messinscena, con la realizzazione e l’animazione di personalissimi burattini.

Sguardi sull’arte del Novecento, infine, per il XXXII Festival“La Notte dei Poeti” con una mostra-installazione dedicata ad Amedeo Modigliani, pittore e scultore livornese, trasferitosi nella Parigi del primo Novecento: “The Impossible Modigliani” è un percorso visionario tra riproduzioni virtuali di opere e documenti, per riscoprire la vivace temperie culturale della capitale francese.

Il XXXII Festival La Notte dei Poeti è ideato e organizzato dal CeDAC, con il patrocinio e il sostegno del MiBACT/ Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e sotto l’egida della Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Province di Cagliari e Oristano, e con il contributo degli Assessorati del Turismo, Artigianato e Commercio e della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna, del Comune di Pula e dell’Assessorato della Cultura, Turismo e Artigianato della Provincia di Cagliari. Preziosi sostenitori del festival sono la Fondazione Banco di Sardegna, Sardinia Ferries e la Saras. Partners de La Notte dei Poeti 2014 saranno le ProLoco di Pula e di Iglesias, di Meana Sardo e di Lanusei, e le altre ProLoco di città e paesi che aderiscono al Circuito Teatrale Regionale Sardo.

CONTATTI

per l’Ufficio Stampa del CeDAC Sardegna
Anna Brotzu – cell. 328.6923069 – cedac.uffstampa@gmail.com