Maurizio Moretti – pianoforte

CeDAC
Classica con Brio

Recital

Maurizio Moretti – pianoforte

Il fascino del Romanticismo in musica con il concerto del pianista cagliaritano Maurizio Moretti, che sfoglierà pagine di Robert Schumann e Franz Liszt, di Pyotr Ilyich Tchaikovsky, con un intero capitolo dedicato a Fryderyk Chopin, per arrivare all’arte evocativa di Claude Debussy e al celeberrimo Allegro Barbaro di Béla Bartók.

Una ricca tavolozza sonora per l’avvincente performance dell’artista – definito da Aldo Ciccolini, suo maestro a Parigi, «uno dei pianisti più dotati e personali della sua generazione», in virtù della «straordinaria vitalità ritmica, un senso innato del fraseggio e notevolissime possibilità tecniche che caratterizzano il suo pianismo».

Note struggenti e dense di pathos, esotiche suggestioni e trasfigurazioni colte di musiche popolari per un itinerario eclettico e virtuosistico, tra incantevoli melodie e potenti esplosioni ritmiche, che mettono in luce le potenzialità espressive e sonore dello strumento a tastiera.

Maurizio Moretti – pianoforte

Maurizio Moretti, pianista e direttore d’orchestra, è uno dei musicisti italiani che negli ultimi anni si è fatto maggiormente apprezzare sulle scene internazionali.

Nato a Cagliari, ha studiato con Ida Allegretto al Conservatorio della sua città, perfezionandosi alla scuola parigina di Aldo Ciccolini, che di lui ha scritto: «Una straordinaria vitalità ritmica, un senso innato del fraseggio e notevolissime possibilità tecniche caratterizzano il suo pianismo. È sicuramente uno dei pianisti più dotati e personali della sua generazione».

Nel corso della sua carriera più che ventennale, è stato ospite di prestigiose istituzioni nei teatri di tutta Europa, compiendo frequenti tournées in Francia, Spagna, Germania, Austria, Est Europa; ha suonato con prestigiosi ensembles, tra cui la Concertgebouw Orchester di Amsterdam, la Chamber Orchestra of Europe, la Filarmonica di Mosca e l’Orchestra Filarmonica di Praga, I Solisti del Teatro alla Scala e i Solisti di Mosca con Yuri Bashmet, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Toscanini dell’Emilia Romagna, la Stockholm Chamber Orchestra, la Philarmonique de Grenoble, la Philarmonie der Nationen e l’Orchestra Filarmonica di Caracas È stato diretto, fra gli altri, da Peter Maag (con il quale ha studiato direzione d’orchestra), Justus Frantz, Saulius Sondeskis, Yuri Bashmet, Jean Claude Casadesus, Philippe Bender, André Bernard, Piero Bellugi, Marc Tardue, Jan Talich, Maxim Schostakovic, Woldemar Nellson, Patrick Gallois, Carlos Riazuelo e ha collaborato con il Quartetto Martinu di Praga, il Quartetto Amazonia, il Quartetto Ysaye, il pianista Gabriel Tacchinò, i Solisti della Scala, i Solisti di Perugia.

Del 2002 il suo debutto negli USA, nel 2005 viene invitato per la prima volta in Giappone e nel 2008 fa il suo esordio in Cina, mentre dal 2013 è direttore ospite della Pan Asia Symphony Orchestra a Hong Kong. All’intensa attività concertistica e all’insegnamento – docente di pianoforte al Conservatorio di Cagliari, tiene lezioni e masterclass – si aggiunge una nutrita discografia: dal 2015 incide con l’etichetta Decca Classics.

Recentemente l’autorevole Washington Post l’ha definito «un artista completo, dotato di un suono ed una carica emotiva che rendono un suo concerto una emozionante esperienza».

Recital

Maurizio Moretti – pianoforte

PROGRAMMA

Robert Schumann
Arabesque op. 18

Pyotr Ilyich Tchaikovsky
Les Saisons op. 37
Janvier (Gennaio): Au coin du feu
Mars (Marzo): Chant de l’alouette
Octobre (Ottobre): Chant d’automne

Franz Liszt
La Lugubre Gondola (I versione )
Vallèe d’Obermann (Les Années de pèlerinage I: Suisse)

*****

Fryderyk Chopin
Mazurkas op. 67
Mazurkas op.17 n.4
Polonaise op. 26 n. 1
Nocturne op. postuma in do minore
Nocturne op. postuma in do diesis minore

Claude Debussy
Preludes livre I :
Voiles
La Sérénade Interrompue

Béla Bartók
Allegro Barbaro