M’ILLUMINO di PROSA Olbia – Cine/Teatro “Olbia”

M’ILLUMINO di PROSA

Stagione 2012-2013

Olbia – Cine/Teatro “Olbia”

19 dicembre 2012 – 11 aprile 2013

COMUNICATO del 26.11.2012

 

“M’Illumino di Prosa” a Olbia nel segno del grande teatro tra ironia e dramma, cronaca e poesia: si aprirà mercoledì 19 dicembre alle 21 al Cine/Teatro “Olbia” il sipario sulla Stagione 2012-2013 firmata CeDAC nell’ambito del XXXIII Circuito Teatrale Regionale Sardo, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Olbia.

Otto spettacoli in cartellone, dai grandi classici come l’“Amleto” di Shakespeare, nella versione del Teatro del Carretto e il “Don Giovanni” di Molière della Gank, a opere contemporanee come – in un duplice rimando al cinema – “Kramer contro Kramer” di Avery Corman e “A piedi nudi nel parco” di Neil Simon. E poi intrecci fra scena e letteratura, con l’inedito “All’ombra dell’ultimo sole/ Dieci giornate in Decamerone” dalle novelle del Boccaccio e “Nel mare ci sono i coccodrilli” dal libro di Fabio Geda sulla “Storia vera di Enaiatollah Akbari”. Surreale e comico il monologo “La fondazione” del poeta romagnolo Raffaello Baldini fa da pendant al nuovo spettacolo di Giobbe Covatta, “6° (sei gradi)”, che permette di chiudere la stagione con una catartica risata.

Tra i protagonisti della Stagione 2012-2013 – con lo slogan ungarettiano che attraversa tutto il Circuito, come un Leitmotif sulla forza della visione e un auspicio di futuro – spiccano i nomi di Ivano Marescotti e Paolo Briguglia; di Valeria Ciangottini, in scena con Gaia De Laurentiis e Stefano Artissunch; di Daniele Pecci e Federica Di Martino – già in tour nell’Isola con il bergmaniano “Scene da un matrimonio”.

IL PROGRAMMA

Sarà un capolavoro assoluto come l’“Amleto” di William Shakespeare, nella mise en scène visionaria del Teatro del Carretto con la regia di Maria Grazia Cipriani e scene e costumi di Graziano Gregori, a inaugurare mercoledì 19 dicembre alle 21 “M’Illumino di Prosa”/ la Stagione 2012-2013 del CeDAC al Cine/Teatro “Olbia”. Una rilettura del dramma elisabettiano «nella prospettiva del protagonista, con le altre figure, fantasmatiche o reali, filtrate dalla sua sensibilità o dalla sua immaginazione» tra un canto della Regina e una pioggia di petali su Ofelia, mentre la mente del Principe «galleggia in un presente dilaniato tra misfatto subìto e ingannevole follia», sul confine invisibile tra vita e sogno.

Secondo appuntamento venerdì 11 gennaio, con “Kramer contro Kramer”, pièce teatrale firmata da Avery Corman (autore dell’omonimo romanzo, da cui è stato tratto il celebre film con Dustin Hoffman e Meryl Streep), che racconta la crisi di una coppia e la battaglia legale tra i due (ex) coniugi per l’affidamento del figlio. Tema attualissimo, con la difficoltà non solo femminile di conciliare carriera e impegni familiari, e il fragile equilibrio degli affetti per lo spettacolo prodotto da Teatro e Società: sul palco, per la regia di Patrick Rossi Gastaldi, Daniele Pecci e Federica Di Martino (già protagonisti del bergmaniano “Scene da un matrimonio” nella scorsa stagione del CeDAC) per un’indagine sui sentimenti e le responsabilità, che mette l’accento sui diritti dei bambini.

Seguirà venerdì 18 gennaio “All’ombra dell’ultimo sole – Dieci giornate in Decamerone” di Rita Atzeri (produzione Il Crogiuolo), che intreccia letteratura e commedia dell’arte, partendo dalle novelle di Giovanni Boccaccio per costruire davanti agli occhi del pubblico un moderno e teatralissimo gioco di ruolo: sul palcoscenico la compagnia dei “Comici Gelosi” (in omaggio a Isabella Andreini) rappresenterà le storie alla maniera di Lars Von Trier o Fabrizio De André, Woody Allen, Davide Enia e Giorgio Todde. Nel cast sei attori – Daniela Collu, Alessandra Leo, Fabio Marceddu, Alessia Marrocu, Fausto Siddi, Monica Zuncheddu – che si confronteranno con i temi della fortuna e dell’amore, l’intelligenza e prontezza di spirito e infine l’arte della parola, mutando di volta in volta personaggio e stile, dal tragico al grottesco, dal fantastico al noir.

Spazio poi mercoledì 30 gennaio all’ironia graffiante di Neil Simon con “A piedi nudi nel parco” (produzione Synergie Teatrali), divertente commedia su una coppia che, dopo l’appassionata luna di miele all’Hotel Plaza di New York, si trova improvvisamente a confronto con la realtà quotidiana, tra banali questioni domestiche e piccole incomprensioni. Gaia De Laurentiis e Stefano Artissunch (che firma la regia) interpretano i protagonisti, Corie e Paul (al cinema Jane Fonda e Robert Redford) improvvisamente consapevoli della propria diversità di carattere: una cena con la madre di lei, Ethel (una brillante Valeria Ciangottini) e uno stravagante vicino (Libero Sansavini) diventa il momento della verità per i due giovani sposi, che dovranno capire se davvero son fatti l’uno per l’altra.

Riflettori puntati – giovedì 14 febbraio – sul “Don Giovanni”, affascinante capolavoro di Molière, nell’allestimento della compagnia Gank (in co/produzione con il Teatro Stabile di Genova): l’archetipo dell’eterno seduttore, incostante e libertino, rivive sulla scena con la sua «struttura bizzarra in cui commedia e tragedia si succedono senza preavvisi», e il pensiero e l’agire regalano svolte imprevedibili, fino alle estreme conseguenze. Un gioco metateatrale, evocativo più che naturalistico, per «una vicenda in cui statue prendono vita e si vendicano»; protagonista un antieroe temerario che si pone oltre il bene e il male, sfidando la morale e la punizione divina e intorno una giostra di personaggi, amanti abbandonate e parenti indignati e, immancabile, il fido Sganarello.

Al Cine/Teatro “Olbia” lunedì 4 marzo è di scena la poesia con “La fondazione” di Raffaello Baldini (produzione Arena del Sole – Nuova Scena/ Teatro Stabile di Bologna), surreale monologo sull’inevitabile svanire delle cose e il desiderio di salvare i pensieri, interpretato da Ivano Marescotti per la regia di Valerio Binasco. Una pièce originale che mescola dialetto romagnolo e italiano, con la scrittura densa e immaginifica del poeta di Santarcangelo di Romagna, da cui emerge il ritratto tenero e struggente di «un tipo che nella sua vita non riesce a buttare via nulla; tiene da conto tutto, perfino le cartine che avvolgono le arance. La moglie lo ha mollato ma lui preferisce vivere tra la sua “roba”; e quando quella “spazzatura” verrà buttata, anche lui seguirà la stessa sorte». Quasi una fiaba moderna, un apologo sul legame con le cose in un’iperbole comica in cui è fin troppo facile riconoscersi.

Parole e note ad Olbia lunedì 11 novembre con “Nel mare ci sono i coccodrilli/ Storia vera di Enaiatollah Akbari” dal libro di Fabio Geda: protagonista l’attore palermitano Paolo Briguglia, per un ideale viaggio dall’Afghanistan fino all’Italia, sulle tracce del piccolo protagonista, tra avventure, pericoli, incontri (sotto le insegne di BAM Teatro, in collaborazione con Palermo Teatro Festival). Un racconto avvincente e pieno di suspense – sulla colonna sonora eseguita dal vivo da Fabio Zeppetella – di una vicenda reale e insieme emblematica delle tante vite migranti, sogni e speranze proiettati oltre le frontiere e oltre il mare, per sfuggire alla fame, alle guerre, alla paura: il futuro, per un bambino di etnia hazara, comincia dal distacco dalla madre, costretta ad abbandonarlo per salvargli la vita e sottrarlo a angherie e schiavitù.

Il sipario su M’Illumino di Prosa/ Stagione 2012-2013 al Cine/Teatro “Olbia” di Olbia si chiuderà giovedì 11 aprile 2013 su “6° (sei gradi)”, il nuovo spettacolo di e con Giobbe Covatta, prodotto da L’Uovo/ Teatro Stabile d’Innovazione de L’Aquila, con la partecipazione di Mario Porfito e con Ugo Gangheri, che prende spunto dall’innalzamento della temperatura terrestre per inventare – con una certa ironia – mondi possibili. Tra fantascienza e scoppiettante comicità, l’attore partenopeo racconta le condizioni del pianeta in un avvenire caratterizzato da mutamenti climatici e conseguenti catastrofi ambientali, divertendosi a disegnare le reazioni degli abitanti ai comportamenti dissennati dei loro antenati (ovvero i contemporanei), tra gags e battute, strali satirici e irresistibile vis comica.

 

Abbonamenti 8 spettacoli:

intero €85 / ridotto €70

Biglietti

intero €14 / ridotto €12

info: tel: 0789 28773 – olbia.cineteatro@cedacsardegna.it –

www.cedacsardegna.it

per l’Ufficio Stampa del CeDAC/ Sardegna:

Anna Brotzu – cell. 328.6923069 – cedac.uffstampa@gmail.com