Paolo Poli e fascino e leggerezza di “Aquiloni” (da Giovanni Pascoli) in scena per la Stagione del CeDAC a Cagliari, Sassari e Arzachena

Ritorna nell’Isola – per aprire in bellezza il 2014 – il grande Paolo Poli, uno dei maestri del Novecento e del Terzo Millennio, con “Aquiloni”, raffinato e coinvolgente divertissement liberamente ispirato a Giovanni Pascoli, Paolo Poli, uno dei maestri del Novecento e del Terzo Millennio – da mercoledì 8 gennaio alle 20.30 fino a domenica 12 gennaio nel cartellone de La Grande Prosa al Teatro Massimo di Cagliari, poi in tournée: martedì 14 e mercoledì 15 gennaio alle 21 sarà al Teatro Comunale di Sassari e giovedì 16 gennaio aprirà la stagione di prosa all’Auditorium Comunale di Arzachena. «”Aquiloni”: allegoria del comporre poetico, giocattolo antico preindustriale che affettuosamente ci ricorda Giovanni Pascoli. Fino alla metà del Novecento la scuola italiana si nutrì della sua produzione; la critica letteraria a cominciare da Croce privilegiò le rime giovanili, fino a Contini che ne elogiò il plurilinguismo, a Pasolini che rilevò la dicotomia psicologica, per arrivare a Baldacci che ne curò la ricca antologia. Da Myricae e dai Poemetti lo spettacolo intende evocare la magia memoriale e la saldezza linguistica nelle figure contadine di un’Italia ancora gergale».