Questa è la nostra Stagione: la grande prosa a Sassari con il CeDAC

Presentata a Sassari la Stagione 2013-14 del CeDAC al Nuovo Teatro Comunale: dieci titoli in cartellone, dall’esilarante Uomo e Galantuomo di Eduardo De Filippo, ai lievi e colorati Aquiloni di Paolo Poli (da Giovanni Pascoli), fino al noir di Una pura formalità firmata da Glauco Mauri, e alla sorprendente modernità de Lo stupro di Lucrezia di  Shakespeare. L’ironia e la leggerezza della commedia – con immortali capolavori come Il Malato Immaginario di Molière con un impagabile Paolo Bonacelli accanto a L’Impresario delle Smirne di Goldoni riletto da Roberto Valerio – s’intreccia al vivido affresco del Novecento, con La torre d’avorio di Ronald Harwood, per la regia di Luca Zingaretti in scena con Massimo De Francovich, e le Storie di famiglia di Jean-Claude Grumberg proposte dal Teatro Stabile della Sardegna. Ritratto d’artista ne La Carne del Marmo con Alessio Boni e gli Imperfect Dancers diretti da Alessio Pizzech (già a Sassari per  “Cavalleria Rusticana”), mentre parla del senso della vita Elephant Man di Giancarlo Marinelli, con Ivana Monti, Daniele Liotti, Rosario Coppolino e Debora Caprioglio. “Questa è la nostra Stagione” è lo slogan che sottolinea il ruolo fondamentale del pubblico, “fuoco centrale” dell’intero Circuito e vero protagonista – insieme agli interpreti sulla scena – della rappresentazione.