Riccardo Lay & Sandro Satta Duo

Riccardo Lay & Sandro Satta Duo

Riccardo Lay – contrabbasso

Sandro Satta – sax

Classe 1949, il sassarese Riccardo Lay dopo le prime esperienze in un gruppo rock forma con Antonello Salis e Mario Paliano il trio dei Cadmo e partecipa a blasonati festival nazionali tra cui Umbria Jazz, Bergamo, Berchidda, Sant’Anna Arresi. Numerose le collaborazioni alle spalle: suona con Massimo Urbani, Enrico Rava, Lester Bowie, Paolo Fresu.

Si propone alla guida di vari progetti orchestrali (tra i quali il Festival Internazionale di Zurigo) e negli anni matura esperienze che lo portano a crearsi una dimensione rilevante nel panorama jazzistico nazionale ed internazionale.

La collaborazione col sassofonista veneto Sandro Satta risale agli anni Ottanta: per anni i due collaborano insieme incidendo anche il primo disco di Lay dal titolo “Totem” (Splasc’h, 1989) un vero caposaldo dell’etno jazz italico e qualche anno dopo “Sintesi” (Via Veneto Jazz) perseguendo quel progetto iniziale in cui la matrice etnica si fonde con il jazz.

Nel tempo i due artisti hanno sviluppato un modo originale di fare musica, molto legata alle origini e tradizioni isolane. Il suono, la melodia, lo swing e l’ironia, suonati in totale libertà e passione, rappresentano ancora oggi la motivazione profonda del loro fare musica.