Sam Capuozzo

Commedia musicale in due tempi di
Luciano Saltarelli, Marina Confalone e Roberto Azzurro

Ente Teatro Cronaca

da un soggetto originale di Marina Confalone
musiche e canzoni originali di Elio e le Storie Tese

con
Marina Confalone

e con
Luigi De Falco, Vincenzo De Falco,
Massimo De Matteo, Sergio Di Paola,
Tina Femiano, Giuseppe Gavazzi,
Yacoubou Ibrahim, Ivana  Maione,
Adriano Pantaleo, Loredana Simioli

scene Gianluca Amodio
costumi Helga Williams
musiche originali Roberto Fia
scene Roberto Crea
(Premio ETI Olimpici del Teatro 2008)
costumi Daniela Ciancio
foto di scena Azais di Beardo

regia
Marina Confalone

La comica storia di Samantha Capuozzo, da tutti conosciuta come Sam, si può definire un moderno giallo comico napoletano. Difficile provare a rintracciare parentele con altri personaggi,soprattutto femminili. Una donna buffa, prepotentemente egocentrica, sfacciata nel modo di vivere la sua sessualità, violenta in ogni manifestazione e pronta a tutto pur di ottenere ciò che vuole. La sua tardiva scoperta dell’amore le scatenerà dentro un tornado di emozioni determinando esiti catastrofici sulla sua psiche e sui destini di chi entra in contatto con lei. Con Luciano Saltarelli e Roberto Azzurro abbiamo ritenuto che Sam dovesse  incontrare assolutamente il pubblico,perché il pubblico merita di ridere in modo intelligente su personaggi di nuova invenzione e storie fortemente originali ed abbiamo così pensato di realizzarne una commedia teatrale con musiche. La cornice degli anni settanta ci è parsa congeniale a personaggi ricchi di slanci vitali ed antiborghesi. Anni della passione politica. Anni di cui ricordiamo pure le fantastiche esplosioni cromatiche nella moda, nell’arredamento, nella fotografia, nel riconoscibilissimo e particolare colore della pellicola cinematografica. Anni in cui c’era tanto da dire e da fare. Dove la purezza  aveva diritto di libera cittadinanza. Anni mitici a confronto di questo bieco presente. Il 1978 è l’anno in cui avvengono i nostri fatti.

La regia di questo spettacolo musicale, che vogliamo popolare, ma di grande raffinatezza, affronterà il testo ricercando ovviamente i suoi esiti più comici. Le musiche di scena, che come le canzoni saranno originali e scritte appositamente per questo spettacolo dal gruppo Elio e Le Storie Tese, mentre ricomporranno le atmosfere e gli arrangiamenti caratteristici degli anni settanta,ne riprodurranno anche la carica energetica. Per scene e costumi ci ispireremo ancora a ciò che più identifica il periodo storico,dando grande rilievo alle forme degli oggetti di scena ed all’uso del colore. Le scene sono di Roberto Crea, vincitore del “Premio ETI Gli Olimpici del Teatro” nel 2008 come migliore scenografo.
Marina Confalone

La trama

Una strampalata e saccente detective riceve nel suo ufficio la visita di una ricca signora che, essendo in procinto di partire, la ingaggia per indagare in sua assenza sulla presunta infedeltà del marito. Il narratore che in qualche modo accompagna il pubblico commentando dal suo punto di vista gli accadimenti è Vincenzo,studente di psicologia ed al momento occasionale  collaboratore della detective Capuozzo. L’avventura che vivrà assieme a lei segnerà la sua crescita di uomo ed in più lo arricchirà di  una  preziosissima esperienza cognitiva sulla psiche umana intorno alla quale articolerà la sua fortunata tesi di laurea. Sam ed il suo assistente si recano nell’abitazione della loro cliente,”Villa Fravulella”sotto le mentite spoglie di camerieri assunti dalla padrona di casa,per poter studiare da vicino i comportamenti dell’affascinante marito inglese della signora. Ma per Sam Capuozzo,donna dedita al più sfrenato libertinaggio e tutt’altro che sentimentale, questo caso significherà la scoperta del vero amore. A Villa Fravulella nel frattempo  cominciano a verificarsi misteriosi omicidi…