Shelter

Shelter

di e con Fabio Novembrini e Roberta Racis

Shelter è una danza cerimoniale

Shelter è un’intuizione rabdomantica

Shelter è una topografia aneddotica

Un uomo e una donna approdano esitanti in uno spazio nuovo,insieme scoprono una geografia empatica ed emotiva, costruiscono codici gestuali e comportamentali, si guardano e si lasciano guardare, nel tentativo di lasciare una traccia,si abbandonano e immaginano un rifugio.

E’ possibile lasciare un pezzo di sé e costruire una traiettoria comune ascoltandosi?

Sappiamo ancora abitare il mondo circostante, il nostro corpo, il corpo degli altri?

Sappiamo ancora guardare?

Il progetto

Shelter nasce nell’ambito di una residenza artistica a Bassano del Grappa, nell’agosto 2015, sostenuta dal CSC, Centro per la Scena Contemporanea in occasione di Dance Raids 2015 all’interno del quale viene performato per la prima volta. In tale occasione i due coautori e danzatori Fabio Novembrini e Roberta Racis indagano e mettono a punto le tematiche fondanti del pezzo e i suoi linguaggi peculiari.

In Shelter l’investigazione dei due performer ha come temi fondanti i concetti di esposizione del corpo e sua trasformazione nell’ambito della costruzione performativa di un linguaggio condiviso e della coabitazione nell’ambito di uno spazio nuovo all’interno del quale si ritrovano. Il linguaggio coreografico impiegato è stato al tal fine specificamente incentrato sui temi della ripetizione, virtuosismo, costruzione e decostruzione.

Shelter è stato poi performato nell’ambito di un evento site-specific di Setup a Palazzo Grassi – Museo Punta della Dogana – Venezia, nel Febbraio 2016. In collaborazione con Balletto di Roma.

serata ANTICORPI EXPLO

anticorpixl2